L’arte di contemplare i fiori…può essere un’ottima scusa per un altro tea party!

Il mese della fioritura dei ciliegi e il Hanami Festival

Hanami significa letteralmente osservare i fiori ed rappresenta un’antica e venerabile tradizione del popolo Nipponico, consiste nel celebrare la bellezza delle fioriture primaverili ed in particolare quella dei fiori di ciliegio, i sakura.
I sakura fioriscono in tutto il paese fra la fine di marzo nelle zone più a sud dell’isola di Kyushu fino ai primi di maggio agli antipodi dell’arcipelago, a nord dello Hokkaido. I giapponesi seguono con febbrile eccitazione ogni anno le previsioni metereologiche del bollettino della fioritura, il sakura bureau che controlla gli alberi di sakura costantemente per seguirne la fioritura.

La pratica del hanami ha molti secoli, durante il periodo di Nara (710-794) il festival si chiamava ume-mi, ed era quindi dedicato ai fiori di ume, ossia il pruno giapponese che tradizionalmente sboccia fra febbraio e marzo. Ma dal periodo Heian (794-1185) il fiore del sakura divenne il vero protagonista del festival ed iniziarono così le feste e le celebrazioni ad esso dedicate . Il termine Hanami appare per la prima volta nella saga del principe Genji, nel quale questo termine evidenziava la fioritura dei sakura. In tutto il Giappone era molto comune organizzare dei party a base di tè, sake e piatti tradizionali per festeggiare le varie fioriture dell’anno, dall’ume, al sakura, ai glicini e le azelee.

japanese_tea_party_nicoletta_tul_coppetta

Prima del periodo Edo però, queste feste erano riservate solamente ai nobili, ai samurai ed alla corte Imperiale ma con il tempo il popolo si appropriò del Hanami ed ora ogni anno nei parchi di Tokyo, Kyoto e pressi antichi castelli come il castello di Himeji, milioni di giapponesi si ritrovano con il pranzo al sacco ed il plaid per festeggiare la fioritura. Alla sera la festa si trasforma in yozakura, ossia hanami notturno, nei parchi si accendono grandi lanterne di carta di riso e si beve sakè fino all’alba (ovviamente portando massimo rispetto ai grandi sakura, alcuni dei quali secolari).
Si crede che gli spiriti della Natura risiedano all’interno degli alberi di sakura ed è per questo che spesso durante il periodo hanami, moltissime persone portano offerte e preghiere ai loro sakura preferiti, per ingraziarsi gli spiriti del raccolto, infatti questo è anche il periodo della raccolta del riso.

IMG_5620

Il periodo Hanami fa parte della Golden Week, la Settimana Dorata, che si protrae dal 29 aprile a 5 maggio, durante la quale si celebrano quattro festività diverse.
29 Aprile- fino al 1989, in questa data si festeggiava la nascita dell’Imperatore Hirohito, successivamente alla sua morte la Festa del Compleanno dell’Imperatore venne trasformata in Festa del Verde, ed è dedicata alla conservazione dell’ambiente naturale.
3 maggio- Kenpo Kinenbi, è la Festa del Giorno della Costituzione, entrata in vigore nel 1946 dopo la Seconda guerra mondiale.
4 maggio- festa del Popolo, molto simile alla nostra festa dei Lavoratori.
5 maggio- Festa dei bambini (maschi, perché le femmine hanno a loro disposizione un’altra data, il 03 marzo). Viene considerata una festa durante la quale si ringraziano gli spiriti purificatori e protettori dei bambini. In queste feste i bimbi vengono coccolati e riempiti di regali. Per l’occasione le famiglie alzano al vento le koinobori, le carpe di seta a forma di manicotto che simboleggiano la famiglia.

IMG_1502

Il periodo della prima settimana di maggio e del hanami è stato il tema del magnifico tea party in stile Giapponese che si è svolto il 04 maggio in villa dei Vescovi a Luvigliano. Era un sakura afternoon tea con pietanze tutte dedicate al magnifico fiori di ciliegio, che è stato utilizzato per creare creme e dolci elegantissimi, come sempre!
A presto con altri Tea Parties!

MINI ONIGIRI – CON RIPIENO DI VERDURE ED ALGHE FRESCHE O TONNO IN CREMA DI YUZU PICCANTE
Abbinati a genmaicha speciale, miscela di sencha, genmai tostato ed un pizzico di matcha

BISCOTTI AL SESAMO NERO GIAPPONESE
Abbinati a tè rosso Taiwanese Souchong, essiccato con legni di montagna

CREME BICOLORI AL MATCHA ED AL FIORE DI SAKURA CON BISCOTTINO DARUMA
Abbinate a tè verde imperiale Colonne di Giada, Yu Zhu, dallo Yunnan

ALZATA DI FRUTTI BRINATI CON WAGASHI AL SAKURA, PICCOLA MERINGA GIAPPONESE CON RIPIENO DI ANKO DI FAGIOLI ROSSI
Abbinate a matcha Autunnale della Ippodo, Kyoto

DARK CHERRY SAKURA MOUSSE CAKE, A BASE DI MOUSSE ALLO YOGURT, CILIEGIE E FIORI DI CILIEGIO GIAPPONESE
Abbinata a tè rosso dello Yunnan con litchi