Consigli per tè freddi d’autore

Il caldo non da tregua, dunque affrontiamolo con un bel tè freddo ma che sia delizioso e di qualità. Voglio darvi i miei consigli per creare tè freddi che miglioreranno le vostre giornate estive!

Come preparare il tè freddo ormai lo sapete, ci sono svariate tecniche, per rinfrescarvi la memoria potete leggere questo mio post di qualche anno fa, ma oggi voglio fare una classifica dei tè che preferisco usare per l’infusione fredda e le aggiunte che si abbinano alla perfezione con i diversi tipi di tè freddi.

1. DARJEELING FIRST FLUSH, ottimo a freddo (infusione a freddo), rende molto bene le note vegetali fresche senza risultare amaro. Abbinamenti: Verbena fresca, kumquat o mandarini cinesi, lime, miele di acacia, mandarino, timo

2. DARJEELING SECOND FLUSH, ottimo infuso a freddo o caldo e poi raffreddato. Abbinamenti: Miele di Tiglio, salvia ananas, menta svizzera, lemongrass, limone del Garda o Toscano, bergamotto

3. KUKICHA E SENCHA, GYOKURO, da preparare a freddo, i tè verdi Giapponesi sono deliziosi freddi. Potete infonderli anche in ghiaccio ed aspettare che si sciolga, una volta sciolto il ghiaccio, il tè è pronto. Abbinamenti: meglio berli in purezza o con aggiunta di miele al sakura, fiori di sakura lavati dal sale oppure un goccio di umeshu.

4. CEYLON DI ALTA QUOTA, infusi a caldo o a freddo, con aggiunta di molto ghiaccio, consiglio Nuwara Eliya, Dimbula e Kandy. Abbinamenti: menta ginger, zenzero fresco, cedro, passion fruit, ananas e basilico greco.

5. OOLONG A BASSA OSSIDAZIONE DI TAIWAN, sono ottimi tè da usare per fare tè freddi, sia con infusione a caldo che a freddo, io comunque consiglio la seconda. Abbinamenti: sono tè che rendono bene in purezza ma se volete donare un tocco in più provate con le pesche bianche o gialle (spesso vengono servite con gli oolong a Taiwan) oppure con fiori quali l’osmanto, il calicanthus, petali di rose, zenzero fresco, timo limonato.

6. TE’ VERDI CINESI, quali i Mao Feng. I tè verdi cinesi danno tè freddi delicati e dolci, Vi consiglio tutti quelli tostati, e spesso tè verdi di scarsa qualità a freddo diventano buoni con giuste aggiunte. Abbinamenti: gelsomino, menta nana o menta piperita, giuggiole fresche, boccioli di crisantemo.

7. TE’ VERDI CINESI, pregiati quali il Taiping Hokui, il Bamboo Leaf o il Mount Meng Sweet Dew. Questi tè verdi si meritano una infusione a freddo, lenta e ghiacciata, rigorosamente in purezza e senza aggiunte.

8. TE’ BIANCHI PREGIATI, quali gli Aghi d’Argento. I tè bianchi sono deliziosi a freddo, valgono le stesse regole dei tè verdi pregiati (punto 7), sono tè da dedicare a qualcuno di speciale o da bere in pura tranquillità. Ricordatevi che i tè freddi vanno bevuti in giornata per mantenere al meglio la loro freschezza e sapore.

 

DSCN3420