Huang Shan Mao Feng

La zona del Huang Shan, montagna Gialla, ha sempre affascinato i cinesi (e non solo loro), da secoli. Pensate solo  ai meravigliosi dipinti di Shitao con i famosi pini ricurvi che sembrano sfidare la natura, arroccati a lembi di roccia. In questa regione montuosa dell’Anhui (vi ricordate, in questa regione si producono moltissimi tè verdi e rossi), nasce il famoso Huan Shan Mao Feng.

 

Mao Feng è un termine che identifica uno stile di produzione di tè verde, uno stile di cottura nello specifico. Un tempo i tè cinesi venivano cotti a vapore, questa tecnica col tempo è andata quasi perduta in favore del saltaggio in padella col wok caldo. La foglia può essere saltata in padella in tanti modi diversi, sfregando la foglia lungo i bordi, arricciandola fra i palmi delle mani, usando spatole o schiacciandola sul fondo.

Nel caso del Mao Feng, la foglia viene cotta con aria calda, tradizionalmente le gemme e foglioline appena raccolte venivano fatte caldare su una griglia quadrata che veniva mossa in continuazione sopra del fuoco non troppo intenso. Facendo così si bloccava l’ossidazione lasciando inalterati i sapori freschi e dolci, senza sentori tostati o di castagna e noci. Questo tè è stato lavorato proprio così, con tanta tanta pazienza. Per i Mao Feng commerciali e i raccolti successivi a quello più pregiato si usano dei forni ovviamente.

Quindi quando trovate dei Mao Feng che provengono da altre regioni o a volte sono rossi oltre che verdi, sappiate che non si tratta del vero Huan Shan Mao Feng ma di uno stile di tè.

 

Questo Mao Feng è stato raccolto nella prima settimana di marzo 2018, piantagione di piante di circa 30- 40 anni nati da seme e non talee, solo gemme non arrotolate ovviamente (se il set è composto da gemma e prima foglia di solito viene arrotolato leggermente).

I sapori sono freschissimi e sempre sempre dolci, la vera essenza dei sapori della foglia e del suo terroir. Il profumo vegetale dolce ricorda la parte interna e lanuginosa del baccello dei piselli novelli, la linfa dolce, lo sciroppo di agave.

Delicatissimo eppure così ricco di aromaticità, molto umami, un umami ricco e minerale che avvolge la gola e rimane a lungo.