Ippodo tea – Gyokuro Rimpo

Un gyokuro dalla perfetta gradazione umami, dolce e poco sapido, vegetale senza astringenze, leggermente marino, note minerali e di verdura cotta.
Uno dei tanti gyokuro dell’azienda, lo consiglio soprattutto ai principianti di questo grande tè, scorre liscio e delicato nel palato.
E’ un gyokuro che vi farà apprezzare il sapore umami così tipico dei tè giapponesi ma senza essere invadente…. ve lo consiglio!

A questo tè ho dedicato la mia nuova meravigliosa tazza, presa ad Arita, una delle città delle ceramiche del Kyushu, famosa per il suo museo, e la satsumaimo pie, la torta con la patata dolce gialla del Kyushu la satsuma imo.

DSC00821

Buon tè a tutti!

2 Commenti

  • aprile 19, 2018

    Ivano

    Ciao, ho visto che sul gyokuro ma anche altri tè, ci sono diverse quantità e tempi di infusione all’ “orientale”, ne ho provati diversi da 1 minuti per 5g per 250 ML a 60°C, ho provato anche con uto 15g per 250 mL a 60°C (come consigliano alcuni), ma in entrambi i casi non mi soddisfa.Probabilmente sarà il mio gusto ma preferisco altri tè verdì.
    Quale è il metodo di infusione migliore ?

    Grazie!!

  • maggio 6, 2018

    Nicoletta Tul

    In realtà dipende molto dal tipo di Gyokuro che hai davanti, e quindi da moltissimi fattori diversi. Ad esempio personalmente credo che i Gyokuro del Kyushu siano più caleidoscopici di sapori rispetto ai classici Uji, quindi per quelli io amo usare acqua a 70 gradi e circa mezzo minuto di infusione, mentre per i gyokuro di Uji, molto più umami, uso 50 gradi e dai 3 ai 10 minuti dipende molto dalla gradazione qualitativa, più è pregiato e più regge i tempi lunghi. Ma dipende sempre dai gusti personali!