La cultura del Yum Cha

Yum cha, un culto in tutta la Cina ed in gran parte dell’Asia.
Simboleggia quel momento della giornata, tarda mattinata o pomeriggio durante il quale il tè, di solito oolong fresco o ossidato o rosso Lapsang, viene accompagnato da ravioli, involtini, zuppe, verdure, frittelle, insomma qualsiasi tipo di snack asiatico compresa l’anatra alla pechinese.
A Hong Kong ed in generale nella cultura cantonese, il yum cha non manca mai (leggete qui:http://www.discoverhongkong.com/eng/dining/tea-culture.html).

Io vi propongo un oolong vietnamita ossidato al 30%, freschissimo a dal delicato sapore di orchidea e vaniglia verde, fiori d’acqua e gigli e dei classici dim sum al vapore di maiale e gamberetti (abbinamento geniale e normalissimo in Asia ma a quanto pare incomprensibile in Italia, fidatevi il maiale coi gamberetti è la fine del mondo).

La ricetta:
procuratevi le sfoglie da wonton che potete trovare in qualsiasi alimentare asiatico, o utilizzate le sfoglie surgelate da involtini primavera, con queste dosi ne otterrete circa una quindicina.

200 gr di gamberi freschi sminuzzati
100 gr di carne di maiale macinata
un fungo shiitake ammollato in acqua calda per un’ora e poi sminuzzato
un pezzetto di zenzero tritato
un pezzetto di porro tritato
un cucchiaio di salsa di soja
un cucchiaio di vino di riso cinese
un cucchiaino di zucchero di canna o di palma grattato
un cucchiaio di olio di sesamo
un albume
p.s. io ho aggiunto due foglioline bagnate dello stesso oolong che ho bevuto

passate tutto al frullatore per qualche secondo per creare un impasto omogeneo, create piccole palline ed avvolgetele attorno alla pasta (se è troppo sottile, fate un doppio strato), arrotolate i lembi del fagottino in cima e tagliate le punte (altrimenti essendo in quella zona la pasta più spessa, rimarrà cruda), ma su you tube trovate un sacco di tutorial su come arrotolare i dim sum in svariate forme.
Portate a bollore una pentola di acqua, versateci qualche foglia di oolong.
Ponete i ravioli sopra un pezzetto di carta da forno e cuocete nel cestino a vapore per 20 minuti.

Un consiglio: se volete che i vostri ravioli siano esteticamente perfetti, prima di tagliare il ciuffo, poneteli in freezer per un paio di ore, così il taglio sarà perfetto e la pasta non si appiccicherà alle forbici.
Potete anche friggerli se preferite, in questo caso ricopriteli di maizena e friggeteli in olio caldissimo per qualche minuto.

Buon yum cha a tutti!

2 Commenti

  • luglio 16, 2012

    iulia lampone

    Non sai da quanto cercavo questa ricetta! Grazie mille! Me la segno subito! :)
    Piccola curiosità: il tè oolong lo hai comprato direttamente in vietnam o in qualche e-shop online?

  • luglio 17, 2012

    la signora delle camelie

    Il tè oolong mi arriva direttamente dal Vietnam, vorrei riuscire a commercializzarlo in Italia, speriamo che il 2013 mi porti fortuna!