MAO FENG- il tè dell’amore impossibile

Sono una sentimentale che ama le leggende e le favole, soprattutto se legate ad un tè ma che ci volete fare, continuerò a raccontarvele, eh sono una gran romanticona…
Forse conoscerete di già il mao feng, è un tè verde che piace molto anche a chi non sopporta i tè verdi. Questo perché non è mai amaro ed è fresco e leggero.

E anche questo tè  nasce da una terra speciale, bagnata dalle lacrime di un amore impossibile.
Molto tempo su un versante della Montagna gialla, c’era una bella piantagione e due giovani agricoltori si innamorarono raccogliendo germogli.
Lei è molto bella e viene subito adocchiata dal proprietario terriero crudele che la rapisce e la costringe ad essere la sua concubina.
Lei riesce a scappare ma scopre il corpo senza vita del suo amore, assassinato dal cattivo padrone che l’aveva rapita.
La ragazza piange e piange fino a diventare la pioggia, ed il corpo del suo amato si fonde con la terra diventando una piantina di tè, ancora oggi avvolta dalla nebbia della sua amata.
Ok, potete piangere.

Questo tè presenta delle foglie secche che profumano di miele e nocciole tostate, mandorle e frescura estiva.

Le foglie bagnate sono di un verde molto chiaro a tratti quasi pallido, si sente forte l’aroma della tostatura tipica dei tè verdi cinesi.

L’infuso è chiaro e brillante, nessuna astringenza, il sapore è dolce e avvolgente, mandorla dolce e toni fioriti e leggeri in fondo al palato.
Sentori aromatici che ricordano la menta, l’angelica e l’anice.

Ed io me li mangio con dei dolcetti mochi al taro viola ed alla pasta di soja rossa.

Buon tè a tutti, e bevetelo con qualcuno che amate!

1 Commento

  • maggio 15, 2011

    Francesca

    non conoscevo questa storia…è molto bella…ciò vuol dire che questo tè va bevuto a piccoli sorsi.
    un caro saluto