Rotschild Tea Estate, Pussellawa, parte I

DSCN2168 Voglio raccontarvi un viaggio in un luogo magico, antico e ricco di fascino, questo luogo non è turistico, non viene visitato, ha quasi l’aria di essere perduto, ma invece è una piantagione attivissima che produce un tè meraviglioso… vi porto alla Rotschild.

La fabbrica è la più antica di Ceylon e la cosa mi ha stupita, risale al 1834 e l’edificio è sempre rimasto lo stesso. Vi ricordate del Loolecondera Estate? (ne parlo in questo vecchio post).  Fondato da James Taylor il mitico padre del tè di Ceylon, bene il Loolecondera risale al 1867, quindi vince la Rotschild. Questo Estate venne fondato dai fratelli Rotschild, nobili Tedeschi che acquisirono ben 308 ettari a Pussellawa, sulle alte montagne fra Kandy e Nuwara Eliya.

L’ambiente in questa zona è ancora incontaminato, a differenza di Nuwara Eliya è una regione poco sfruttata anche se ricca di Tea Estates. Viaggiamo lungo la strada di montagna fra autobus e tuk-tuk e mentre si sale  di altitudine l’aria diventa frizzante e lo smog di Kandy diventa un lontano ricordo. Un sentiero scosceso si inerpica fra i primi cespugli di tè, ed in lontananza si vedono le case dei lavoratori Tamil, la scuola, i piccoli orti dove si coltivano patate, carote di montagna ed altre verdure e frutta squisita. Lungo un ruscello una donna Tamil sta facendo il bucato e si lava i capelli usando la fresca acqua corrente. Sono immagini che non avrò più modo di rivedere in Sri Lanka purtroppo.

Il Rotschild Tea Estate produce un tè nero CTC molto corposo e vellutato, un tè che mi ha fatto riappacificare col mondo dei CTC.

La lavorazione inizia con il primo appassimento, detto Whitering e dura in media dalle 12 alle 14 ore. In caso si tratti di Natural Whitering la perdita di umidità sarà del 30% circa, ma se la notte ha piovuto molto e le foglie sono bagnate è necessario usare una prima fase di Artificial Whitering, che precede le 12-14 ore e si tratta di una lavorazione ad aria calda che viene fatta passare sotto lo strato di foglie fresche e che le ammorbidisce e le scalda.

Il profumo sprigionato dalle foglie fresche è delizioso. Lo strato di foglie non deve essere troppo spesso per evitare fermentazioni ed attacchi microbici. Al tatto le foglie sono morbide e vellutate. In un ora di avvizzimento vengono preparati 1100 chili di foglie che poi vengono setacciate per eliminare le parti brutte. DSCN0841 La fase successiva è quella del primo macchinario CTC, dove le foglie vengono schiacciate alla temperatura di 82-84°F . Poi passano fra due rulli che le sminuzzano. A questo punto la foglie è molto piccola ma ha ancora il 65% di umidità residua. Seguono 90 minuti di ossidazione chimica che fa sviluppare sostanze come teoflavine e teorubigine che donano colore scuro e profumo maltato  e dolce alle foglie. A questo punto è tempo di asciugare la foglia a 80°C.

L’ultima fase di lavorazione è il setacciamento che suddivide le foglie in gradi diversi utilizzando vari setacci dai fori sottili. In questa fabbrica la produzione si divide principalmente in BP1, Broken Pekoe First e PF1, Pekoe Fannings First, la seconda pezzatura anche se più piccola è più pregiata. A questo punto il tè viene confezionato  ed è pronto per venir spedito e gustato in tutto il Mondo. La Rotschild produce anche un meraviglioso tè bianco, utilizzando il cultivar dai germogli rossi Silver Tips.

DSCN0890 Alla prossima puntata con la seconda parte del viaggio alla Rotschild.