Shincha, Primavera 2012

Ed eccolo, l’esclusivissimo shincha che ho preso nell’azienda sotto al Fuji San della quale vi ho già parlato.
Tante foglie ad aghetti scuri e brillanti, le tre caratteristiche per riconoscere un ottimo tè verde giapponese.

Dolce e delicato, fresco, vegetale, indescrivibile!
Mentre lo sorseggio lentamente rivivo il momento e mi sento di nuovo in mezzo ai campi di Camellia ad odorare la sottile brezza primaverile che soffia sul Fuji.
Un perfetto equilibrio fra umami  e vegetale, ricco in polifenoli e minerali.
Ed il dolcino che vedete è un mango milk daifuku di Myazaki, un mochi di riso al latte e mango e che richiama i sapori fruttati e freschi di questo shincha.
Buon tè a tutti!

2 Commenti

  • aprile 30, 2015

    Gino

    Salve. Vorrei sapere con che ricetta sono stati preparati questi mochi. La ringrazio in anticipo.

  • aprile 30, 2015

    Nicoletta Tul

    Li avevo comperati in Giappone, mi spiace, ma non ho la ricetta.