Ya shi xiang Dancong oolong

Spesso viene chiamato duck shit, cacca d’anatra, e in effetti il suo nome non è molto allettante, ma a mio avviso è uno dei phoenix dancong più buoni, ricchi di aromi e complessi nel bouquet (sempre se parliamo di alti livelli di produzione ovviamente).

yashixiang-1

Secondo varie leggende, alcuni contadini decisero di chiamarlo così per evitare che le piante venissero rubate da altri, o forse per il colore del terreno dove crescono gli alberi, dal colorino arancio giallino che dovrebbe ricordare gli escrementi di questi animali. Lo Ya shi xiang si trova in diverse gradazioni qualitative, piantagioni recenti (che non dovrebbero chiamarsi dancong, perché questo termine identifica gli alberi antichi e generalmente il raccolto di un unico albero), da alberi semi selvatici o alberi molto antichi e molto costosi. Tutti però hanno un bouquet davvero unico che identifica questo tè e che può variare e modificarsi in base al livello di ossidazione e di torrefazione e stagionatura del tè.

I sentori principali sono la pesca che può essere bianca e vegetale nelle versioni meno ossidate o gialla nelle versioni maggiormente ossidate o stagionate, successivamente note floreali di calicanthus e un cuore centrale molto cremoso e burroso che ricorda proprio un toast imburrato. Le note fruttate si susseguono fino a diventare sempre più complesse  e tropicali, ricchissime e sublimi. La tipica nota sapida e minerale del Fenghuang (regione montuosa dove nascono questi tè, le montagne della Fenice) si esprime dopo un paio di minuti in bocca, dopo che avete deglutito, il tè continuerà a darvi sensazioni uniche al palato e molto ricche che si modificano in continuazione. Questo è segno che siamo davanti ad un grandissimo tè.

Nelle foto potete osservare diverse tipologie di Ya shi xiang, da alberi di 80 anni, sia in versione poco ossidata e non torrefatta che in versione maggiormente ossidata e torrefatta e uno Ya shi xiang da un albero di 250 anni, assolutamente sublime! Inutile dirvi che più diventa antico l’albero e migliore sarà il tè, le foglie diventano più ricche di aromi perché le cellule vegetali sono piccole e ricche di oli essenziali, e le radici diffuse raggiungono un maggior numero di minerali che sentiamo infine nella nostra tazza.

Le diverse gradazioni di Ya shi xiang le potete trovare presso La Finestra sul Tè, a Padova, tutti gli aggiornamenti sulla pagina Facebook. Prossimamente in negozio una serata speciale di degustazioni dedicate proprio a questo grande tè!